A. Kowalski's Lone Wolf


Già in quel primo colloquio presso l'araucaria si definì “lupo della steppa”, e anche questo mi stupì e mi turbò. Che razza di espressione! Ed accettai quel nome non solo per abitudine, ma arrivai persino a chiamarlo così quando pensavo a lui, a chiamarlo sempre il lupo della steppa, e nemmeno ora saprei trovargli un nome più adatto. Un lupo della steppa smarritosi fra noi nelle città, nella nostra vita di mandrie: non vi poteva essere immagine più azzeccata per definire quel suo schivo isolamento, la sua aria selvatica e irrequieta, la sua nostalgia senza patria.

Steppenwolf, H. Hesse